23 aprile 2017
Aggiornato 11:30
La politica degli agnelli

Berlusconi e gli agnellini pasquali adottati ad Arcore

Silvio Berlusconi ha adottato due agnelline salvandole da morte certa, su invito dell'On. Michela Brambilla presidente della Lega Italiana per la Difesa Degli Animali e dell'Ambiente

ARCORE - Due agnelline di qualche settimana saltellano da un paio di giorni sul prato di villa san Martino ad Arcore. Altre due sono arrivate poco dopo. Un quinto, di appena dieci giorni, prende ancora il biberon ed è stato chiamato Fiocco di neve. Li ha adottati il presidente di Fi Silvio Berlusconi, salvandoli da morte certa. L'ex premier, come reso noto dalla ex ministra Fi Michela Vittoria Brambilla leader animalista, ha voluto aderire alla campagna pasquale della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell'Ambiente: «A Pasqua scegli la vita, scegli veg».

Berlusconi e gli agnellini
Un semplice invito, indirizzato a tutte le persone di buona volontà, dall'on. Michela Vittoria Brambilla, presidente dell'associazione, che in questi giorni, proprio quando la tradizione propone sulle tavole carni di agnello e di capretto, intensifica, con l'aiuto delle sezioni e dei volontari dell'associazione, l'impegno contro la strage dei cuccioli e per l'adozione di uno stile di vita sostenibile e rispettoso del diritto degli animali alla vita.