26 maggio 2017
Aggiornato 11:30
Italia prenda leadership

G7, Greenpeace consegna un gigantesco termometro a Calenda

Nell'ultimo giorno di lavori del G7 energia, attivisti di Greenpeace sono entrati in azione a Roma consegnando ai ministri delle sette grandi potenze mondiali un gigantesco termometro, simbolo della temperatura del pianeta che continua a salire

ROMA - Nell'ultimo giorno di lavori del G7 energia, attivisti di Greenpeace sono entrati in azione a Roma consegnando ai ministri delle sette grandi potenze mondiali un gigantesco termometro, simbolo della temperatura del pianeta che continua a salire.

"Negare le tesi negazioniste di Trump"
Ricevuti dal ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, presidente di turno del G7 Energia, gli attivisti hanno ricordato quanto sia importante rispettare gli impegni presi alla Conferenza sul Clima di Parigi, chiedendo inoltre di isolare le posizioni negazioniste e anti-scientifiche della nuova amministrazione Trump, rappresentata al G7 Energia dal segretario del dipartimento energia Rick Perry.

Una nuova Strategia Energetica Nazionale?
Luca Iacoboni, responsabile della campagna clima e energia di Greenpeace Italia: "Abbiamo appena consegnato al ministro Carlo Calenda una lettera in cui gli chiediamo ufficialmente di aumentare la leadership che l'Italia deve assolutamente mettere in campo in questo G7 sui cambiamenti climatici. E' un momento decisivo e il nostro paese deve giocare un ruolo chiave per salvare il clima e per salvare il pianeta", ha dichiarato Luca Iacoboni, responsabile della campagna clima e energia di Greenpeace Italia. Secondo quanto dichiarato da Calenda questa settimana verrà presentata in audizione alla Camera la nuova Strategia Energetica Nazionale. "L'auspicio è che non sia l ennesimo piano energetico basato sulle fonti fossili", si è augurato il responsabile Greenpeace.