27 aprile 2017
Aggiornato 03:00
Giustizia e politica

Minzolini sbugiarda Il Fatto: «Sono una persona seria, ecco la lettera di dimissioni»

Promessa mantenuta, togliendosi anche un sassolino dalla scarpa: l'ex direttore del Tg1 è andato ospite a L'aria che tira su La7 per sbugiardare il quotidiano diretto da Marco Travaglio sventolando la missiva con cui ha chiesto di lasciare il Senato

ROMA – Promessa mantenuta, togliendosi anche un sassolino dalla scarpa: l'ex direttore del Tg1, Augusto Minzolini, senatore di Forza Italia, ha consegnato la lettera di dimissioni da palazzo Madama, a seguito del passaggio in giudicato della sentenza di condanna per peculato per mala gestio della carta di credito aziendale Rai.

«Io sono una persona seria e dico quello che faccio»
Subito dopo il senatore dimissionario, sarà l'Aula a dover accettare le dimissioni, è andato ospite a L'aria che tira su La7 per sbugiardare Il Fatto Quotidiano, che ancora oggi ha titolato «Minzo Pinocchio non si dimette 502 giorni da senatore abusivo»: «Oggi scrivono che non mi sono dimesso e invece l'ho fatto – ha detto sventolando la lettera di dimissioni – io sono una persona seria e dico quello che faccio, non devo prendere lezioni da nessuno».

LEGGI ANCHE: Minzolini si difende in Tv: «Il Senato ha valutato la mia esperienza giudiziaria»

«Una battaglia di principio»
Il giornalista prestato alla politica ha poi ricordato di aver annunciato in diverse occasioni che si sarebbe dimesso, ma di aver scelto il momento più adatto per farlo. «Io ho detto che mi sarei dimesso, perché ne faccio una battaglia di principio, il 18 luglio del 2016 nella riunione della Giunta (delle immunità parlamentari, ndr). L'ho ridetto al Senato (il giorno della votazione sull'immunità, ndr). Essendo una persona seria ovviamente lo faccio, ma non sull'onda emotiva di qualcuno che me lo dice».

Le reazioni politiche
Intanto alcuni colleghi di Minzolini hanno commentato la scelta di voler lasciare palazzo Madama. Il presidente del gruppo Misto alla Camera, Pino Pisicchio, ha detto: «Comunque si voglia giudicare questa vicenda, è dovuto a chi si dimette volontariamente il rispetto che si deve a chi compie una scelta dolorosa». Simone Furlan, membro dell'ufficio di presidenza di Forza Italia, ha scritto in una nota: «Minzolini si è dimostrato ancora una volta persona seria e rispettabile. Nonostante il Senato lo abbia giustamente sollevato dalla decadenza, lui ha presentato proprio oggi le sue dimissioni. Lo aveva detto e l'ha fatto, la coerenza è una dote rara in questo paese. Ora mi auguro che l'aula rifiuti la sua lettera di dimissioni così da dare un'altra lezione a quei benpensanti che vorrebbero distruggere le persone solo per antipatie personali».