27 maggio 2017
Aggiornato 10:00
Convegno Italia Sovrana in Europa

Meloni per un'Europa diversa: vi racconto la mia idea di Ue in 7 punti

Giorgia Meloni introduce l'iniziativa 'Italia Sovrana in Europa' dall'Angelicum di Roma, parlando della propria idea di Europa. Un'Europa che si liberi degli impostori dell'Ue

ROMA - E' una Giorgia Meloni con la voce rotta, quella che apre il convegno «Italia Sovrana in Europa», che si tiene all'Angelicum di Roma. La commozione della leader di Fratelli d'Italia è dovuta alla proiezione del video dedicato a Paolo Colli, che Meloni definisce «un patriota italiano e europeo», «un uomo straordinario». Dopo la commozione, però, l'ironia: perché Meloni ha salutato tutti coloro che sono riusciti a raggiungere la location dell'evento nonostante tutti i disagi alla circolazione causati dalle celebrazioni del 60esimo anniversario dei Trattati. «Voi che siete qui siete degli assoluti eroi», scherza.

Responsabilità e contenuti
Meloni spiega quindi il senso dell'evento. Non una manifestazione di piazza, ma un convegno. Per due ragioni: da una parte per senso di responsabilità in una giornata così delicata; dall'altra parte per dare risonanza ai contenuti. La leader di Fratelli d'Italia spiega: «Non volevamo mischiarci con i quattro deficienti dei centri sociali che tenteranno di devastare la Capitale». E a questo proposito, Meloni avanza delle proposte per garantire la sicurezza: arresto in flagranza a chi manifesta con volto coperto; richiesta di fideiussione a chi organizza cortei per eventuali danni.

Gli impostori
E poi ci sono i contenuti: «Raccontare la nostra idea di Europa e denunciare il grande inganno dell'Unione europea», spiega. Con una consapevolezza: «Noi non siamo gli anti-europei, i veri nemici dell'Europa sono gli usurai che hanno occupato l'Ue». E, conclude Meloni, «è tempo di liberarci di questi impostori».

L'Europa esiste prima, dopo e nonostante l'Ue
No ai «misuratori compulsivi di zucchine e cereali», dice Meloni e riportarla a qualcosa di grande. Qualcosa che va ben oltre Juncker e la Merkel, rispetto ai quali, scherza la leader di Fratelli d'Italia, sarebbe stato preferibile farsi invadere da mori e unni. «L'Europa esiste prima e dopo l'Ue e nonostante l'Ue. L'identità dell'Europa va oltre l'Ue, è qualcosa di molto più grande», afferma.

La proposta di Europa in 7 punti
Meloni, quindi , sintetizza i 7 punti della sua proposta, che, in sintesi, parte dal presupposto che si possa fare parte di un'organizzazione di Stati europei, anche senza far parte dell'Europa dei burocrati e dei tecnocrati: l'Ue è un'esperienza finita, serve nuovo percorso comune di confederazione di nazioni sovrane; occorre inserire in Costituzione una riserva di sovranità, che dica che la nostra Costituzione è superiore ai trattati europei; l'euro è una moneta fallita; no alla globalizzazione incontrollata, non è protezionismo, è civiltà; blocco navale al largo delle coste della Libia; prima gli italiani; no al processo forzato di islamizzazione dell'Europa.