26 marzo 2017
Aggiornato 18:30
Gentiloni a Bruxelles

Gentiloni sull'immigrazione: «Il fenomeno migratorio non cesserà, dobbiamo regolarizzarlo»

Il premier Paolo Gentiloni è intervenuto al termine del Consiglio europeo di Bruxelles sottolineando che per render epiù gestibile il fenomeno migratorio bisogna puntare a far funzionare le intese con i paesi africani

BRUXELLES - Al vertice Ue «è stata molto utile la discussione sull'immigrazione. È importante per noi che l'Italia sia considerata con un ruolo di leadership per quanto riguarda tutte le questioni relative alla rotta del Mediterraneo Centrale». Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, parlando con la stampa al termine della prima sessione del Consiglio europeo, a Bruxelles.

Gentiloni: Dobbiamo regolare il fenomeno migratorio
«Naturalmente - ha proseguito il premier - questa è una responsabilità, perché significa scommettere che funzionino le intese che stiamo cercando di far funzionare con la Libia, con il Niger, e con altri paesi africani», alcuni dei quali saranno rappresentati in un incontro con i ministri europei «a Roma tra qualche giorno. Se quelle intese funzioneranno - ha aggiunto Gentiloni - si riuscirà a fare anche sulla rotta del Mediterraneo centrale il passo nella direzione che bisogna prendere». Una direzione, ha concluso il premier, «che non è quella di illudere gli italiani su un'improvvisa estinzione del fenomeno migratorio, ma quella di renderlo più gestibile, regolare e meno in mano ai trafficanti di esseri umani».