30 marzo 2017
Aggiornato 04:30
I privilegi della casta

I «compagni» Bertinotti e Capanna «partigiani» del vitalizio

Da difensori del proletariato a paladini della casta. I due leader comunisti ospiti di Un giorno da pecora su Radio1, hanno detto la loro sulla proposta del Movimento 5 stelle che ne chiede l'abolizione.

ROMA – Fausto Bertinotti, da difensore del proletariato a paladino del vitalizio. L'ex leader di Rifondazione comunista, ospite di Un giorno da pecora su Radio1, ha detto la sua sulla proposta del Movimento 5 stelle che ne chiede l'abolizione, insieme al compagno di Democrazia proletaria, Mario Capanna, anche lui strenuo partigiano della «pensione» dei parlamentari.

Bertinotti: «Evitiamo discussioni contro la casta»
Evitando di rispondere direttamente Bertinotti ha introdotto il suo ragionamento con una premessa a difesa dei suoi colleghi politici: «Per evitare che la discussione diventi la solita espressione contro la casta, che poi però lascia in piedi le oligarchie - ha detto Bertinotti a Geppi Cucciari e Giorgio Lauro -, bisogna ricordare alcune cose».

«Ci sono 90enni la cui vita dipende solo dal vitalizio»
Quali? «C'è stato un tempo in cui i vitalizi si prendevano appena si smetteva di fare il parlamentare. Poi la cosa è stata abbattuta, e ora si prende solo quando si raggiunge un'età pensionabile. Inoltre, per i nuovi parlamentari, è stato introdotto un sistema contributivo, per cui il vitalizio vero e proprio non esiste più. Dunque, di cosa parliamo?». Bertinotti ha aggiunto polemico: «Vorrei fare una domanda: ad un signore che ha 90 anni e la cui vita dipende solo dal vitalizio, secondo voi glielo si può togliere per lasciarlo così, senza alcun sostentamento?».

Cosa vuole il M5s
Intanto nei giorni scorsi il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio ha presentato la proposta del M5s per eliminare il vitalizio, definito un «privilegio della casta» e «roba da Medioevo». In estrema sintesi l'idea dei grillini è che anche i parlamentari maturino il diritto a percepire la pensione al compimento dei 65 anni d'età.