26 febbraio 2017
Aggiornato 06:00
Politica e tv

Mussolini scatenata contro Bello Figo, il rapper immigrato che ringrazia Renzi, ma non per la politica

Il rapper originario del Ghana è stato ospite di Maurizio Belpietro a «Dalla vostra parte», ma i suoi testi che scimmiottano i pregiudizi degli italiani sugli immigrati che non lavorano, vivono in hotel e insidiano le donne, sono stati contestati dalla nipote del duce che lo ha invitato a tagliarsi i capelli e tornarsene nel suo Paese.

ROMA - Maurizio Belpietro ha ospitato a Dalla vostra parte su Rete 4 Bello figo Gu, un rapper di origini ghanesi che ha pubblicato su Youtube diversi video in cui scimmiotta i pregiudizi degli italiani sugli immigrati che non lavorano, vivono in hotel e insidiano le donne, ma la sua espressione «artistica» non è per nulla piaciuta ad un'altra ospite, Alessandra Mussolini che si è scagliata più volte contro il cantante.

Mussolini: «Da prendere a calci, vai a lavorare»
«Vattene via, voi state qui e invece i nostri italiani sono in mezzo alla strada», ma anche «tagliati i capelli e tornatene al tuo Paese» ha detto la politica. Lo Youtuber che grazie ai suoi video da milioni di clic sta facendo fortuna (circa 35mila euro) ha spiegato di essere dalla parte dei profughi, «sono miei fratelli», di apprezzare la politica di Matteo Renzi e che voterà Sì al referendum costituzionale del 4 dicembre (come canta nella sua ultima hit) e l'europarlamentare ha sbottato: «Ma che cosa dice ? Uno che fa così è da prendere a calci, perchè è una provocazione ai cittadini italiani. Hai capito ? Ma vai a lavorare!». Il rapper ha insistito: «Tramite le canzoni cerco di difendermi, sono delle provocazioni a chi non la pensa come me»,e Mussolini subito: «Nessuno la pensa come lei».