11 dicembre 2016
Aggiornato 14:30
Sostanziale e diretto endorsement di Obama a Renzi

Obama a Renzi: gli Usa sostengono con forza il vostro referendum

Obama: Renzi sta facendo riforme importanti, che però incontrano resistenze. La crescita c'è, ma è debole. Il sì al referendum aiuterebbe

WASHINGTON - Sostanziale e diretto endorsement di Barack Obama a Matteo Renzi. "Gli Stati Uniti sostengono con forza il referendum costituzionale in Italia. Renzi sta facendo riforme importanti, che però incontrano resistenze. La crescita c'è, ma è debole. Il sì al referendum aiuterebbe" ha detto il presidente degli Stati Uniti parlando durante la conferenza stampa congiunta con il presidente del Consiglio italiano (LEGGI ANCHE "Un tempo la Cia, oggi le agenzie di rating: Italia sempre schiava degli Usa").

Renzi: "Referendum molto semplice: combattere la burocrazia"
Renzi, soddisfatto per l'appoggio ricevuto ha aggiunto: "So che non è un buon anno per organizzare un referendum. Penso che il referendum italiano sia molto semplice: combattere contro la burocrazia, e noi abbiamo bisogno di un grande investimento contro la burocrazia: abbiamo cambiato 63 governi in 70 anni, ne abbiamo scherzato con Obama".

"Se vinciamo sarà più facile continuare la battaglia per cambiare l'Ue"
"Se però la discussione politica è forte, la mia opinione è semplice: se vinciamo sarà più facile per l'Italia continuare la propria battaglia per cambiare l'Ue. Le riforme strutturali sono importanti per l'Italia ma anche per l'Ue" ha detto Renzi che poi ha aggiunto di non credere che ci saranno cataclismi in caso di vittoria del No, ma per non avere dubbi "preferisco che vinca il Sì». "Questo è un momento in cui tanti investitori da tutto il mondo stanno tornando in Italia. Ma è fondamentale che passi il messaggio che non è un referendum sui grandi temi mondiali, è su un sistema che vuole rendere più semplice l'Italia" ha concluso il premier.