26 maggio 2017
Aggiornato 11:30
A Palazzo Clerici, sede dell'Ispi

Obama a Milano, cena stellata con Renzi, Monti e la crème dell'imprenditoria italiana

Una cena blindatissima, con ospiti illustri e selezionati e un menù rigorosamente italiano e prelibato: ecco la serata milanese di Barack Obama a Palazzo Clerici, sede dell'Ispi

L'ex presidente Usa Barack Obama. (© EPA/CHRISTOPHE ARCHAMBAULT / POOL MAXPPP OUT)

MILANO - Un menù stellato e italianissimo, preparato e scelto dai fratelli Enrico, Roberto e Francesco Cerea (chef i primi due, sommelier e maitre il terzo) per l'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama, ospite a Palazzo Clerici, sede dell’Ispi (Istituto per gli studi di politica internazionale). Secondo le indiscrezioni dei media, dallo staff di Obama non sono arrivate richieste particolari, se non una: assaggiare le bollicine italiane. Per l'occasione, la scelta è dunque ricaduta su quelle trentine di Ferrari.

Il menù
Menù prelibato e ricchissimo. Si è cominciato alle 18,30 con finger food: lollipop al parmigiano, cannolo siciliano con burrata e pomodoro di Sicilia, pan brioche con prosciutto crudo di Parma e patè di vitello, crostino di Altamura con burro alle erbe e carpaccio di branzino, bruschetta con salsa tonnata e acciuga del mediterraneo, lasagna croccante. Alle 19,30 è iniziata la cena vera e propria servita al tavolo: tre piatti ispirati alla tradizione italiana che gli chef tristellati rivisitano alla loro maniera: come il tiramisù, che scompone gli ingredienti classici evocando il sapore del dolce più amato anche all’estero ma in una forma totalmente nuova. Il menù ha quindi previsto gnocchetto di ricotta, cuore di fontina, barba dei frati e tartufo nero di Norcia; spallina di vitello al Porto bianco; tiramisù moderno; kermesse di dolci e caffè. 

Invitati illustri e selezionatissimi
Presenti quindici ospiti illustri, scelti dalla stessa fondazione americana: oltre al segretario del Pd, Matteo Renzi e all’ex premier Mario Monti, ci saranno Luca Cordero di Montezemolo, gli imprenditori Diego Della Valle, Marco Tronchetti Provera e John Elkann. A rappresentare il mondo della moda Donatella Versace. Presenzieranno anche Emma Marcegaglia e Paolo Baratta, presidente della Biennale di Venezia.