23 aprile 2017
Aggiornato 11:30
FdI contro il M5S

La giunta Raggi boccia la proposta di FdI per smantellare i campi rom, Meloni: «Vergogna a 5 stelle»

La giunta Raggi ha bocciato in Assemblea capitolina la proposta lanciata da Fratelli d'Italia per smantellare i campi nomadi di Roma e creare al loro posto delle piazzole di sosta temporanee

La sindaca di Roma Virginia Raggi (© Giuseppe Lami | ANSA)

ROMA – Lo smantellamento dei campi rom della Capitale è tornato a essere un'utopia. In Assemblea capitolina la giunta Raggi e il M5S hanno bocciato la delibera di iniziativa popolare proposta da Fratelli d’Italia per chiudere i campi nomadi. Secondo la presidente di FdI, Giorgia Meloni, è l'ennesima conferma che i grillini sono «l’altra faccia della sinistra e del Pd e vogliono che Roma continui ad essere invasa da baraccopoli abusive e zone franche».

La giunta Raggi boccia la proposta di FdI
Vergogna. E' la parola che la presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, ha utilizzato per rivolgersi alla giunta Raggi, che in Assemblea capitolina ha bocciato la proposta lanciata da FdI per superare il problema dei cambi nomadi nella città di Roma. La delibera di iniziativa popolare promossa da Fratelli d'Italia prevedeva l'allestimento di piazzole di sosta temporanee per le popolazioni effettivamente nomadi, e lo smantellamento dei campi rom esistenti dove «le Istituzioni non possono entrare e i bambini vivono nell’immondizia e tra i topi». Le piazzole sarebbero state provviste di acqua e elettricità, ma a pagamento e per un periodo di tempo limitato.

Piazzole di sosta temporanee al posto dei campi rom
Secondo Giorgia Meloni, infatti, in quanto nomadi, queste popolazioni non dovrebbero sostare troppo a lungo nello stesso posto. «Se invece stiamo parlando di cittadini italiani poveri e stanziali, allora i rom si mettano in fila come tutti gli italiani poveri per accedere alle case popolari», suggeriva la presidente di FdI prima che la sua proposta venisse bocciata dal M5S in Assemblea capitolina. Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia, è intervenuto sulla questione sottolineando che «la grave sottovalutazione di questa problematica, diffusa praticamente in tutta la Capitale, comporterà ulteriori disagi a chi da anni chiede soluzioni a una situazione insostenibile».

Meloni al M5S: Vergogna
I grillini, bocciando le proposte concrete messe in campo da Giorgia Meloni e dal gruppo capitolino, «mantengono i soliti privilegi di chi non rispetta le regole, mentre non si preoccupano dei romani che continueranno ad essere i veri penalizzati dalla presenza dei campi». Santori «attenderà al varco» la sindaca Raggi e il suo assessore ai servizi sociali Baldassarre per chiedere ogni settimana che «vengano mantenute le false promesse dei 5 stelle che confermano la loro arroganza e la non volontà di collaborare insieme per la soluzione delle problematiche di Roma». Secondo la Meloni, «è inammissibile consentire a dei cittadini di etnia rom o sinti di allestire delle baraccopoli abusive permanenti sul territorio nazionale, dove lo Stato non entra ed è tutto concesso». Era ora di dire basta. Ma per la presidente di FdI ora c'è spazio per una sola parola: «Vergogna».