30 marzo 2017
Aggiornato 04:30
Giorgia Meloni: è follia

Rimini, casette con veranda, giardino e posto auto ai rom. L'ultima idea del Pd

Casette prefabbricate dai 45 ai 90 mq, con veranda, giardino e posto auto. No, non ai terremotati: ai rom. E' questa l'idea della giunta Pd a Rimini

Campo rom di Rimini. (© BOVE/ANSA/DEF)

 RIMINI - Casette di legno di 90 metri quadri, con posto auto e giardino, per un nucleo familiare di 6 persone; di 45 metri quadri per nuclei fino a 3 persone. No, non stiamo parlando dei terremotati. Stiamo parlando della soluzione abitativa che l'amministrazione di Rimini ha trovato per trasferire le famiglie rom e sinti che vivono nel campo di via Islanda. Una scelta, come si può immaginare, che ha scatenato non poche polemiche, sia tra i residenti, sia all'interno del partito. 

Quanto costa?
Il piano prevede che per i casi più gravi, dove sono presenti malati e disabili, si tenterà di ricollocarli nelle case popolari. Rimane da capire un «piccolo particolare»: quanto costerà l'operazione e, soprattutto, chi paga. Per Gioenzo Renzi, consigliere comunale di Fratelli d'Italia, il tutto costerà non meno di 1 milione 100mila euro.E dalla Regione arriveranno solo 70mila euro anziché i 136mila che erano stati chiesti a Bologna. La questione, insomma, è complicata, perché il progetto non è di poco conto. Serviranno almeno 400mila euro per attrezzare le aree destinate tra allacci, impianti, recinzioni, a cui vanno aggiunti poi i soldi delle casette, che si aggira dai 40mila euro per le più piccole agli 80mila per le più grandi. 

Chi paga?
Chi paga, dunque? In teoria delle cae dovrebbero farsi carico le famiglie, ma il timore di Renzi e di altri consiglieri di minoranza è che alla fine a pagare sarà l’amministrazione. Come ha già fatto per le opere urgenti (del costo di 33mila euro) di sistemazione del campo nomadi di via Islanda. In quel caso, il conto era stato spedito alle famiglie, che però non hanno mai sborsato un centesimo.

La protesta dei residenti
Senza contare i problemi di ordine pubblico: alla notizia che l'amministrazione volesse ricollocare i nomadi, nei quartieri destinati al trasferimento è partita la rivolta. I residenti non vogliono i nuovi arrivati, o vogliono essere interpellati dall'amministrazione. 

Il commento di Giorgia Meloni
Ad opporsi al piano anche la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, che su Facebook definisce la vicenda una vera «follia» e chiede «che questi soldi vengano spesi per dare servizi a quegli italiani che pagano le tasse e non vivono in baraccopoli illegali. Se il Pd ci tiene tanto a dare una casa a rom e sinti è libero di farlo ma a sue spese».