29 maggio 2017
Aggiornato 11:00
Polemiche dopo la circolare dell'Azienda Ospedaliera di Cagliari

Salvini: pazienti cacciati dall'ospedale per far posto ai migranti? «Follia»

Matteo Salvini e Giorgia Meloni hanno commentato la circolare diramata dall'Azienda Ospedaliera di Cagliari, che chiedeva dimissioni rapide e blocco dei ricoveri in vista dello sbarco di migranti previsto

Il leader della Lega Matteo Salvini. (© Davide Calabresi / Shutterstock.com)

ROMA - Sta facendo discutere la circolare diramata dall'Azienda Ospedaliera di Cagliari martedì 13 dicembre e inviata ai presidi ospedalieri del capoluogo sardo, a firma del direttore medico dott. Giuseppe Ortu. Una circolare che conteneva un appello controverso: «In previsione dello sbarco dei migranti previsto per la giornata di oggi, si invitano le SS.LL. a voler provvedere a bloccare i ricoveri programmati e a dimettere i pazienti dimissibili, al fine di poter affrontare l'eventuale emergenza». Cioè, accelerare le dimissioni fattibili dei pazienti ricoverati e rivedere il piano di ricoveri programmato, in vista dello sbarco di migranti previsto per quel giorno, che avrebbe potuto portare con sè diverse emergenze mediche.

Salvini: follia
Il documento ha mandato su tutte le furie il leader della Lega Matteo Salvini, che ha commentato in questi termini la vicenda dalla sua pagina Facebook: : «I 'migranti' prendono il posto dei pazienti... Follia!». Martedì 13 è avvenuto uno sbarco di 854 migranti scaricati al molo Ichnusa del porto di Cagliari dalla nave Diciotti della Guardia costiera.

Meloni: l'ennesima vergogna
Sulla vicenda si è espressa anche la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni: «Il direttore dei presidi ospedalieri di Cagliari ha inviato una circolare scioccante: bloccare i ricoveri programmati e dimettere più pazienti possibile per far posto ai migranti che sbarcheranno in Sardegna», ha scritto su Facebook. «E' una vergogna inaccettabile. Ormai la gestione dell'immigrazione da parte del Governo PD è totalmente fuori controllo. Non solo lo Stato impone l'accoglienza dei clandestini e requisisce immobili pubblici e privati, dà vitto e alloggio a chi sbarca illegalmente ma si dimentica degli italiani in difficoltà, ora caccia pure gli italiani dagli ospedali privandoli dei loro diritti più basilari». La Meloni ha aggiunto: «Ora basta! Prima si difendono gli italiani in difficoltà, bisognosi di cure mediche o di sostegno sociale, e poi penseremo al resto del globo terrestre. Fratelli d'Italia chiederà in ogni sede istituzionale che si faccia chiarezza su questa ennesima vergogna».