11 dicembre 2016
Aggiornato 14:30
Incontri con Mattarella, Gentiloni e in Vaticano

Italia-Russia, oggi e domani Lavrov a Roma e in Vaticano

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov sarà oggi e domani in Italia, incontrerà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, l'omologo italiano Paolo Gentiloni e avrà colloqui anche in Vaticano

ROMA - Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov sarà oggi e domani in Italia, per una intensa visita di lavoro, durante la quale avrà incontri con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, con l'omologo italiano Paolo Gentiloni e avrà colloqui anche in Vaticano, oltre a partecipare alla seconda edizione della conferenza internazionale «Med, dialoghi mediterranei».

Lo scopo della visita romana di Lavrov
Come spiega l'ambasciata della Federazione, il principale scopo della visita romana di Lavrov è «continuare la discussione obiettiva con la parte italiana sugli attuali problemi internazionali, elineare un percorso per un ulteriore sviluppo della cooperazione bilaterale in conformità con gli accordi raggiunti nel mese di giugno a San Pietroburgo durante l'incontro tra il presidente della Federazione russa Vladimir Putin e il presidente del Consiglio Matteo Renzi».

Siria, Iraq, Libia, Ucraina
Tra i tanti temi di politica estera sul piatto saranno in centrali la situazione in Siria, Iraq, Libia, Ucraina, ma anche le questioni della cooperazione con l'Italia in qualità di membro non permanente del Consiglio di sicurezza dell'ONU nel 2017, problematica dell'OSCE (nel 2018 l'Italia sarà alla presidenza di questa organizzazione). All'ordine del giorno delle trattative - continua l'ambasciata - sono incluse anche le più importanti questioni della cooperazione russo-italiana politica ed economica, dello stato attuale e delle prospettive della collaborazione bilaterale, ivi compresa quella interparlamentare.

Le relazioni tra Russia e Italia
Importante partner politico ed economico della Russia, l'Italia «nelle condizioni della pressione esercitata dall'Occidente sulla Russia in seguito alla crisi ucraina i contatti tra i due Paesi sono stati ridotti. I vertici italiani, seguendo la linea comune dell'UE e della NATO, hanno sostenuto le sanzioni contro la Russia- evidenzia la nota - Allo stesso tempo la classe politica, i rappresentanti delle amministrazioni pubbliche centrali e regionali, i circoli imprenditoriali d'Italia esprimono l'interesse a mantenere un significativo potenziale della cooperazione bilaterale accumulato nel corso di molti anni, promuovere un attivo dialogo russo-italiano (anche ad alto livello), fanno passi concreti in questa direzione. Diversi regioni d'Italia hanno approvato le risoluzioni contro le sanzioni antirusse».

La visita in Vaticano
In Vaticano Lavrov incontrerà il segretario di Stato Pietro Parolin e il segretario per i rapporti con gli Stati Paul Gallagher sui temi della cooperazione bilaterale e dei problemi internazionali. Il 2 dicembre il ministro degli Affari Esteri della Federazione Russa, su invito del ministro Paolo Gentiloni, interverrà alla Seconda conferenza internazionale «Mediterraneo: il dialogo romano» organizzata dall'ISPI.