30 settembre 2016
Aggiornato 20:30
Credito

Da Terra Nostra-Italiani con Giorgia Meloni la proposta del reato di «stalking bancario»

Dalla tre giorni di «Terra Nostra - Italiani con Giorgia Meloni» arriva la prima proposta dei partecipanti, che dovrebbe diventare una iniziativa di legge, per inserire il reato di «stalking bancario» nel nostro ordinamento giuridico

PADOVA – Dalla tre giorni di «Terra Nostra- Italiani con Giorgia Meloni» arriva la prima proposta per il governo Renzi. Il meeting parte oggi a Padova e si concluderà domenica 25 settembre. La proposta dei partecipanti diventerà una vera e propria iniziativa di legge per inserire nel nostro ordinamento il reato di «stalking bancario».

«Terra Nostra» torna a Padova
A un anno di distanza torna «Terra Nostra», la tre giorni del centrodestra che si svolgerà da oggi a Padova, in corso Milano-Porta Cavalleggeri, nata dall'iniziativa della presidente di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, Giorgia Meloni. Il meeting è appena cominciato e già in redazione arriva la notizia della prima proposta di legge da parte dei partecipanti. Tra questi ci sono i deputati Walter Rizzetto - organizzatore della manifestazione- e Ignazio La Russa, il capogruppo Fabio Rampelli, Elena Cappellini, di Terra Nostra-Padova, ed Elvio Turlon, portavoce provinciale FdI-An Padova.

La proposta dei promotori
«Terra Nostra – Italiani con Giorgia Meloni» è un momento di incontro e discussione tra le associazioni e gli amministratori del centrodestra per «ridisegnare una comunità capace di valorizzare le intelligenze per dare ossigeno alla politica spenta», come si legge nel comunicato del Comitato promotore della kermesse. L'iniziativa era nata un anno fa dalla volontà di uomini e donne attivi nella politica, nell’imprenditoria e nella società di confrontarsi e collaborare per migliorare le sorti del paese. E domani, dal palco allestito a Padova per l'evento, lanceranno un appello per inserire il reato di «stalking bancario» nel nostro ordinamento.

Il reato di «stalking bancario»
L'idea che lanciano i promotori di 'Terra Nostra' è quella di inserire le pratiche «vessatorie e asfissianti» nel recupero dei crediti fra quelle previste dal reato di stalking. «In Italia le pratiche per il recupero crediti sono una giungla assoluta e rappresentano per molte persone un vero e proprio assillo - spiegano il parlamentare Walter Rizzetto e Diego Petrucci, promotori di "Terra Nostra" - crediti che oltretutto spesso non risultato del tutto legittimi». Le modalità messe in campo dai soggetti che si occupano del recupero crediti sono sempre più aggressive e sempre più spesso fuori dalle norme.

Il «dramma sociale» del recupero crediti
«Per questo è necessario fissare paletti per porre fine a quello che è diventato un vero e proprio dramma sociale», proseguono Rizzetto e Petrucci. «Le banche e le finanziarie non possono pensare di continuare ad essere al di sopra della legge. Servono delle regole chiare e soprattutto delle sanzioni severe per chi compie questi abusi», sottolineano i due promotori della kermesse. Testimonial della proposta sarà Laura Schiavo, vedova di Dario Casotto, piccolo imprenditore che si è suicidato per un debito di poche migliaia di euro.

IL PROGRAMMA DEL MEETING DI PADOVA:

VENERDÌ 23 SETTEMBRE

Ore 17.30
Apertura della festa On. Walter Rizzetto, On. Ignazio La Russa, Elena Cappellini (Referente Terra Nostra Padova), Elvio Turlon (Portavoce provinciale FdI-AnPadova) Diego Petrucci (coordinatore nazionale comitati Terra Nostra).
Ore 18.00
Aperitivo letterario «Putin vita di uno zar» di Gennaro Sangiuliano, Fabio Franceschi (Imprenditore), Giuliana Lucca (Giornalista Canale Italia). Partecipa il Сapo dell'Ufficio Consolare dell'Ambasciata della Federazione Russa in Italia.
Ore 19.00
Faccia a faccia Referendum costituzionale «Le ragioni del NO e le ragioni del SI»
Partecipano: On. Fabio Rampelli (Fratelli d'Italia) e On. Alessandro Zan (Partito democratico).  Introduce e modera Federico Baldini (referente nazionale TerraNostra).
A seguire:
Interventi sul  referendum «Le ragioni del NO».
Presiede: Marina Buffoni (Assessore comunale Padova).
Ore 21.00
Tavola rotonda «Il declino economico dell'Italia. Quale futuro per la ripresa?»
Guido Crosetto, Maurizio Castro, Gianpiero Samorì, Antonio Rinaldi (docente di Economia internazionale - Università di Chieti-Pescara), Roberto Marcato (Assessore regionale Veneto), Elena Donazzan  (Assessore regionale Veneto), Luigi Barbieri (Veneto Sviluppo). Presiede: On. Walter Rizzetto.
Ore 22.00
Spettacolo musicale "Bacchiglione Beat».

SABATO 24 SETTEMBRE

Ore 10.30
Interventi delle associazioni impegnate nella difesa dei diritti della persona, dell’ambiente, del consumatore e del risparmiatore con dibattito «Difesa sociale e diritti. Chi difende il cittadino?» 
Avv. Diego Petrucci (coordinatore nazionale comitati Terra Nostra), Federico Pennacchioni (presidente Popolo dei consumatori), Tiziana D’Andrea (referente nazionale Terra Nostra), Letizia Giorgianni (presidente associazione nazionale vittime del salvabanche), Giorgio Vannozzi (sindaco di Casciana Terme), Laura Schiavo (testimonianza vedova per stalking bancario) , Francesco Torselli (consigliere comunale Firenze), Cesare De Stefani  (testimonianza imprenditore vessato agenzia entrate), Alfredo Belluco (presidente confedercontribuenti Veneto), avv. Paolo Polato (membro del Direttivo Nazionale Adusbef), Elena Bertorelli (Casa del consumatore), Patrizio Miatello (portavoce dell'associazione coordinamento banche "Don Enrico Torta"), Bruno Bandoli, Lorenzo Damiano (Pescatori di Pace), Marina Buffoni (Assessore comunale Padova) Adriana Tisselli, Roberta Basilari e Roberto Buffi (Centro Antiviolenza Bigenitoriale Onlus) Raffaele Zanon, presidente associazione Fronte del contribuente difesa imprese e partita iva (Dirigente Nazionale FdI-An).
Introduce avv.Salvatore Scalia (referente nazionale Terra Nostra), modera Tiziana D'Andrea (referente nazionale Terra Nostra).
Ore 12.30
Aperitivo letterario-artistico con il regista Angelo Antonucci
Sen. Franco Mugnai, Elena Cappellini (Terra Nostra Padova), Mariaelena La Banca (responsabile nazionale comunicazione Terra Nostra) Antonello Belluco (regista) con degustazione prodotti tipici.
Ore 16.00
Palco progetto «La politica dei territori per ricostruire l’Italia»: interventi degli amministratori degli enti locali sulle buone pratiche a favore del cittadino.
Introduce e modera Federica Nobilio (Referente Nazionale Terra Nostra).
Ore 18.00
Reportage «Gli occhi della guerra» di Gian Micalessin (Reporter de Il Giornale) con Shors Surme e Marco Valle (Giornalista e storico). Modera G. Zanon (Dirigente Nazionale FdI-An).
Ore 20.00
AMAtriciana in segno di solidarietà alle popolazioni colpite dal sisma in centro Italia. Degustazione prodotti tipici e anteprima del film «Rosso Istria» con Alessandro Centenaro (AD Venice Film).
Ore 21.00
Spettacolo cabaret con Andrea Magini, l’uomo dei Record.

DOMENICA 25 SETTEMBRE

Ore 10.00
dibattito «Il volto della violenza e i diritti delle vittime»
Apertura lavori del Sindaco Massimo Bitonci intervengono Federica Pagani Raccagni (vedova Pietro Raccagni), Francesco Sicignano (vittima legittima difesa), Romina Vianello (vedova di Giampaolo Granzo), Gianni Tonelli (Presidente Nazionale SAP), Michele Dressadore (Segretario nazionale SAP Veneto), Angelo Antonucci (regista), Chiara Giannini (giornalista), avv. Elisabetta Aldrovandi (dipartimento tutela vittime FdI-AN), On. Achille Totaro, Gianfranco Volpin (Commissario Polizia postale).
Modera: Andrea Romiti (referente Nazionale Terra Nostra).
Ore 12.00
Tavola rotonda «#riscriviAmo l’ITALIA video collegamento con Giorgia Meloni
Illustrazione documenti ed interventi finali con On. Walter Rizzetto, Diego Petrucci (coordinatore nazionale comitati Terra Nostra), Giovanni Donzelli (coordinatore esecutivo nazionale FdI-AN), Raffaele Zanon (Dirigente Nazionale FdI-An), Angelo Bertoglio (coordinamento FdI Marche), Mariaelena La Banca (responsabile nazionale comunicazione Terra Nostra), Tiziana D'Andrea (Referente nazionale Terra Nostra), Federica Nobilio (Referente nazionale TerraNostra), Pier Paolo Pizzimbone (referente Terra Nostra Savona).

COS'E' «TERRA NOSTRA»
Il Comitato «Terra Nostra – Italiani con Giorgia Meloni» nasce dall’iniziativa di uomini e donne attivi nella politica, nell’imprenditoria e nella società che, partendo dalla positiva esperienza di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, lanciano la sfida della creazione di un contenitore più ampio nel quale accogliere  quanti provengano da altre esperienze e movimenti, compresi coloro che in questi anni hanno animato liste e associazioni civiche o si siano semplicemente disimpegnati a causa del deterioramento della rappresentanza politica e istituzionale.