Coinvolti circa 1,7 milioni di studenti

Scuola, in tilt sito del MIUR per le iscrizioni online

Sito del Ministero dell'Istruzione in tilt per la partenza, oggi e fino al 28 febbraio, della procedura per presentare la domanda di iscrizione alle prime classi delle scuole statali primarie, secondarie di I e di II grado, che da quest'anno secondo la spending review si deve compilare obbligatoriamente solo on-line

Studenti

Studenti

ROMA - Sito del Ministero dell'Istruzione in tilt per la partenza, oggi e fino al 28 febbraio, della procedura per presentare la domanda di iscrizione alle prime classi delle scuole statali primarie, secondarie di I e di II grado, che da quest'anno secondo la spending review si deve compilare obbligatoriamente solo on-line. Sono escluse le iscrizioni alla scuola dell'infanzia, che invece si effettuano consegnando la domanda cartacea all'istituto prescelto. Coinvolti circa 1,7 milioni di studenti.

LE MODALITÀ DI ISCRIZIONE - Per effettuare con modalità on-line le iscrizioni degli alunni il Ministero ha realizzato una procedura informatica disponibile sul portale www.iscrizioni.istruzione.it. Si può presentare una sola domanda di iscrizione e la famiglia dovrà prima effettuare la registrazione al Portale delle iscrizioni, quindi seguire le istruzioni per compilare il modulo ed inoltrarlo alla scuola. Il sistema si farà carico di avvisare le famiglie via posta elettronica in tempo reale dell'avvenuta registrazione o delle variazioni di stato della domanda. La famiglia, inoltre, attraverso una funzione web potrà in ogni momento seguire l'iter della domanda inoltrata.
Le scuole destinatarie delle domande - e in subordine, qualora necessario, anche le scuole di provenienza - dovranno offrire un servizio di supporto per le famiglie prive di strumentazione informatica. Possono usufruire della procedura on-line anche le famiglie che intendano iscrivere i figli alle scuole paritarie che abbiano svolto tutti gli adempimenti successivamente descritti. Infatti, per le scuole paritarie la partecipazione al progetto iscrizioni on line è facoltativa.

Seguici sui social network

commenti

Permalink

Altre notizie

Il Premier italiano, Matteo Renzi

Altro che dissidenti: è l'economia ad impantanare Renzi

La strategia del presidente del Consiglio prevedeva due tempi, prima rendere inoffensiva l'opposizione interna e poi cambiare il Paese. Sarebbe andata bene a due condizioni: la gurra lampo e l'economia in ripresa. L'agenda dice che sta perdendo su tutte e due i fronti.

DIARIO TV

Inaugurata la prima autostrada italiana realizzata con fondi privati

Ci sono voluti cinque anni di lavori e diciotto d'attesa, per la Brebemi, ribettezzata A35, che collega Milano a Brescia senza passare da Bergamo città. Un'infrastruttura costata più di un miliardo e mezzo di euro

L'ultimo viaggio della Costa Concordia

24/07/2014 11:02:46

Errani si dimette: «Non sono un uomo di ferro»

24/07/2014 10:55:04