Politica estera | Italia-Libia

Jalil da Monti, sul tavolo il futuro del trattato

Il capo del Consiglio nazionale transitorio (Cnt) vedrà poco dopo anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al Quirinale, dove sarà presente anche il ministro degli Esteri Giulio Terzi. «Riserve» dalle autorità post-Gheddafi, ieri Juppé a Tripoli

Il presidente libico Mustafà Abdul Jalil

Il presidente libico Mustafà Abdul Jalil

ROMA - Cosa fare del «trattato di amicizia» siglato da Italia e Libia il 30 agosto 2008? Questo il nodo principale dei colloqui di stamattina alle 10 a palazzo Chigi fra il presidente del Consiglio Mario Monti e il presidente libico Mustafà Abdul Jalil. Il capo del Consiglio nazionale transitorio (Cnt) vedrà poco dopo anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al Quirinale, dove sarà presente anche il ministro degli Esteri Giulio Terzi.

Le premesse, nell'ottica italiana, non sono del tutto incoraggianti. All'inizio della settimana, dopo aver ricevuto a Tripoli l'ambasciatore d'Italia Giuseppe Buccino e il direttore generale per il Medio Oriente Domenico Giorgi, il vice ministro degli Esteri libico - citato dall'agenzia locale Wal - ha detto chiaramente che «su alcuni punti del trattato la Libia ha alcune riserve, che dobbiamo discutere». Il problema principale, e comprensibile, è che sotto l'accordo di Bengasi c'è la firma dell'ex dittatore Gheddafi.

Ma gli ostacoli non finiscono qui: ieri, con una tempistica quantomeno sospetta, il potente ministro degli Esteri francese Alain Juppé è volato a Tripoli per riunioni con lo stesso Jalil, con il primo ministro del governo di transizione Abdel Rahim al-Kib e con l'omologo libico Achour Ben Khayal. La visita lampo del ministro francese, hanno spiegato dal Quai d'Orsay, voleva essere «l'occasione per riaffermare che la Francia, che fin dai primi giorni ha preso il comando della coalizione internazionale per la protezione dei libici, sarà anche al loro fianco anche nella ricostruzione».
Un messaggio nemmeno troppo velato alle nuove autorità libiche e all'Italia, visto che in base al trattato di amicizia italo-libico - sospeso durante la guerra nel paese nordafricano e ovviamente poco gradito a Parigi e Londra - l'Italia dovrebbe finanziare opere pubbliche per 5 miliardi di dollari in 20 anni e ricevere in cambio una posizione privilegiata nelle commesse pubbliche libiche (leggi: infrastrutture e petrolio).

Seguici sui social network

Altre notizie

In primo piano

Cose serie

La sola speranza per l’Europa che invecchia sono proprio le nuov...

A Kiev opera un «partito della guerra»

Il Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov: «Solo gli USA possono mo...

Anche la Merkel smentisce Der Spiegel

Le ricostruzioni del quotidiano tedesco sulla telefonata dei giorni sc...

La Germania dice no a Uber

L'app per prenotare dal proprio smartphone un noleggio con conducente ...

Sport

Napoli contesta, De Laurentiis risponde: «Facciamo i conti alla fine»

Il pessimo inizio di stagione del Napoli, con l’eliminazione dal...

Rope jumping: quando il bunjee jumping diventa estremo

E' l'evoluzione del salto con l'elastico: ci si lancia nel vuoto tratt...

Radamel Falcao al Manchester United

Colpaccio nell'ultima giornata di calcio mercato per il club britannic...

Conte: «Vogliamo essere un esempio per gli italiani»

«Voglio una nazionale orgogliosa, umile e cattiva». Mette le cose in c...

SciTech

Hoverbike: nel futuro si volerà in sella a un drone

Hoverbike, un prototipo di quadricottero dal peso di 2,2 chilogrammi, ...

Apple: il 9 settembre la presentazione dei nuovi prodotti

L'azienda di Cupertino ha inviato gli inviti ufficiali per l'evento. I...

Crimini informatici, task force UE-USA

J-Cat, con sede presso Europol, partecipa anche l'Italia. Obiettivo di...

Twitter, analytics accessibili a tutti

L'azienda americana lancerà una nuova funzione per consentire ai suoi ...

Donna

Fiorello: «Vorrei fare un programma alle 7 del mattino»

«Dipendesse da me, potrei garantire che non mi vedrete più in tv in qu...

Stress da rientro? Ecco come combatterlo

9 italiani su 10 riprendono il lavoro con ansia, stanchezza, mal di te...

Vip USA messi a nudo da attacco hacker

Foto di attrici famose ritratte nude o mentre fanno sesso, pirati info...

Infelice e ironico, Leopardi «secondo» Martone

Grandi applausi di pubblico e critica anche per il film di Mario Marto...

Motori

Il GP di Monza di Formula 1 non si tocca! Ecco il piano per salvarlo

Domenica 7 l'edizione n.85, i nuovi vertici dell'autodromo incontreran...

Renault Twingo, ecco la campagna presentata alla Mostra del Cinema di Venezia

Moderna e frizzante, ancorata ad un territorio grafico forte: l'illust...

MotoForPeace: in sella da Roma a Katmandu per solidarietà

I centauri, appartenenti alla Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e...

Button a gamba tesa su Rosberg: «Fa male alla F1»

Il pilota inglese della McLaren torna sull'incidente e condanna il ted...