Sondaggi, vola la Lega Nord. In Lombardia e Veneto supremazia sul PDL

E' la fotografia delle intenzioni di voto degli italiani che emerge dal sondaggio «Scenari europei 2009» realizzato da Crespi ricerche

Lega Nord in crescita rispetto alle ultime politiche (dal 10 al 12 per cento), stabile il Popolo della libertà, crollo del Pd, bene l'Idv. E' la fotografia delle intenzioni di voto degli italiani che emerge dal sondaggio «Scenari europei 2009» realizzato da Crespi ricerche.

«Sappiamo che molto probabilmente l'offerta politico-elettorale cambierà ancora, sia per la specificità della tornata elettorale, le Europee infatti sono un proporzionale senza coalizioni, sia per il tentativo dei partiti minori di aggregarsi per superare lo sbarramento del 4% - spiega Luigi Crespi -. La rilevazione non è ovviamente stata fatta sui simboli unitari di queste forze, ma dopo essere state rilevate singolarmente abbiamo aggregato i dati a secondo delle informazioni di cui eravamo in possesso. Ma vediamo le liste: il Pdl è accreditato tra il 37% e il 40%, nel primo caso sotto il risultato delle Politiche e nel secondo caso nettamente sopra, ma il dato finale dipenderà dalla Lega Nord accreditata tra il 10% e il 12% in netto recupero rispetto alle Politiche soprattutto il Lombardia e Veneto, dove si gioca la supremazia con il Pdl».

«Il Partito democratico - continua Crespi - non dovrebbe farcela ad uscire dalla sua profonda crisi, certificata da un risultato che dovrebbe non scendere sotto il 22% e non andare oltre il 25%.
Molto dipenderà dal risultato dell'Italia dei valori accreditata tra il 7% e il 9%, ma anche dai Radicali di Pannella-Bonino che si attestano tra il 2% e il 2,5%».

Seguici sui social network

commenti

Permalink

Altre notizie

Il Segretario Delrio con il Ministro Padoan e il Premier Renzi

Se la stampa chiude un occhio, anzi tutti e due

Sulle risposte che l’Europa ha dato a Matteo Renzi nel merito dei conti pubblici italiani l’informazione di casa nostra si è concentrata sul gossip, ma ha ignorato i documenti ufficiali dai quali emerge una verità tutt’altro che rosea. Ora finalmente qualche giornale sta modificando tiro, anche perché non è possibile nascondere a lungo un buco da circa venti miliardi di euro.

DIARIO TV

Il potere di vita e di morte degli scafisti sui barconi della speranza

Uccisi perché fuggiti da quella stiva in cui erano stati rinchiusi e che era ridotta ad una camera a gas: sono agghiaccianti i particolari che emergono dai racconti dei sopravvissuti alla tragedia dell'imbarcazione soccorsa il 19 luglio nel Canale di Sicilia con a bordo 561 migranti e 29 cadaveri. Le vittime sarebbero una 60ina

Napolitano: «Esasperazione ingiusta e rischiosa, nella legittima espressione del dissenso»

23/07/2014 11:38:31

Mosca avverte: Kiev finirà a breve il gas «ma non sarà colpa nostra»

23/07/2014 11:07:57